11 ottobre: mobilitazione studentesca nazionale

 

dei Giovani Comunisti/e di Ruvo di Puglia

Il caro libri, l’innalzamento vertiginoso delle tasse scolastiche, la mancanza di forme di agevolazione per gli studenti costituiscono le principali cause della limitazione all’accesso alla cultura per la nostra generazione. Un governo che spende miliardi di euro in guerre e armamenti e lascia che i tetti delle aule del proprio futuro crollino sulle teste degli studenti non merita la nostra fiducia!

Quotidianamente spendiamo cifre esorbitanti per raggiungere i luoghi della formazione, siamo costretti a ridimensionare le nostre scelte e i nostri percorsi di studio a causa del costo dei biglietti. Mediamente uno studente pugliese spende 30 euro al mese solo per muoversi e ciò è un ostacolo non solo per il diritto allo studio ma anche per la nostra cultura! Non c’è più tempo per i trasporti: vogliamo agevolazioni sui costi, più collegamenti tra i paesi nella provincia, mezzi pubblici anche a tarda sera, ora basta siamo stanchi dei limiti alla nostra voglia di sapere.

Per questi motivi i/le Giovani Comunisti/e ruvesi scendono in strada a Bari, venerdì 11 ottobre, per una scuola pubblica e di massa. L’appuntamento è in piazza Umberto I alle 9.30.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*