No affari con le trivelle? No PD!

Proponiamo una rassegna di articoli per spiegare al meglio le ragioni che ci inducono ad appoggiare il Sì al referendum del 17 aprile, per chiarire gli intricati legami tra politica, profitto ed economia che ruotano attorno al petrolio, per discutere delle ambiguità e del palese boicottaggio operato dal governo Renzi.   “Senza fondo” di Norma…

Il PUG secondo Papa Francesco

di Nicola Amenduni, Antonio Mazzone, Angelantonio Minafra Rigenerazione urbana vs Espansione urbana, Patto Città/Campagna vs Città diffusa/conurbazione della Campagna, Interesse Generale vs Rendita Fondiaria, Futuro Sostenibile vs Spreco nel presente. Sono concetti e parole-chiave sui quali auspicheremmo l’aprirsi di un dibattito pre-elettorale locale che, altrimenti, rischia di schiacciarsi sulla vacuità della roulette russa di nomi da immolare…

Ruvo: quale bilancio?

del Partito della Rifondazione Comunista di Ruvo di Puglia Pubblichiamo la dichiarazione del consigliere comunale Di Modugno (PRC) riguardo il bilancio di previsione portato dall’Amministrazione nel consiglio comunale del 14 settembre 2015. Il Consigliere Comunale del Partito della Rifondazione Comunista, Felice Di Modugno, intende innanzitutto deprecare ancora una volta la incapacità della Amministrazione Comunale nel…

Alta Murgia: il parco delle scorie

dei Comitati Territoriali per l’Altra Murgia di Puglia e Basilicata No al Nucleare No alle Servitù Militari No alle Scorie Documento approvato dall’Assemblea dei COMITATI TERRITORIALI DI PUGLIA E DI BASILICATA (Masseria Martucci 27 giugno 2015) Bisogna sapere che: l’Italia non è un paese denuclearizzato. Nel 1987 il referendum non proibì la costruzione di nuove…

Serhildan: la lotta di un popolo

di Pietro Pasculli Al termine della Prima Guerra Mondiale l’Impero Ottomano decade. Il trattato di Sèvres del 1920 prevede la formazione di stati nazionali secondo il principio dell’autodeterminazione etnica – culturale – religiosa. Questo avrebbe dovuto portare alla nascita di stati nazionali per i Kurdi, Armeni e Arabi, oltre che lo stato Turco. Per quando…

Palestina: la resistenza di un popolo (1830 – 1920)

  di Pietro Pasculli Alla metà dell’Ottocento, l’Impero Ottomano comprendeva i territori della cosiddetta Grande Siria. Il territorio era suddiviso in varie regioni tra cui le odierne Iraq, Giordania, Siria, Libano e Palestina. Il territorio palestinese, contava circa 500.000 abitanti, tutti arabi. Gli ebrei, vivevano sparsi un po’ in tutta Europa, ma soltanto la Russia…

L’Ucraina dei nazisti

di Pietro Pasculli La lista Tsipras, il nostro candidato presidente, ed insieme tutto il gruppo della Sinistra Europea formato dai partiti comunisti – anti capitalisti e anti liberisti d’Europa in cui la nostra lista si colloca, sono l’incubo oltre che della finanza, cioè di coloro i quali perseguono le politiche di austerità che hanno come…

Ecco il vero volto della protesta ucraina

  di Franco Fracassi (da Proletaria, gennaio 2014) Il Wall Street Journal ha pubblicato un sondaggio che mostra il consenso da parte degli ucraini nei confronti dei dimostranti di piazza Maidan. Secondo quel sondaggio, il 45 per cento sta dalla loro parte, mentre solo il 14 per cento resta fedele al presidente Viktor Yanukovich. Poi c’è…

Foiba fobia

di Pietro Pasculli In continuità con i massacri perpetuati in Africa, nel 1920, dopo l’annessione all’Italia dei territori sloveni e croati, l’Italia fascista attua una politica di italianizzazione forzata. In primo luogo fu impedito ai soldati che avevano militato nell’impero austro–ungarico e quindi residenti da sempre in quei territori, di tornare nella propria terra, portandoli…

Lo sviluppo della Murgia viaggia sui carri armati?

di Dino Frisullo (da il rubastino, dicembre 1984) Proponiamo questo articolo scritto trent’anni fa dal caro compagno Dino Frisullo, al quale è intitolata la nostra sezione, che ripercorre le tappe della nascita dei poligoni militari sulla Murgia e, spiegandone i retroscena, già traccia lo sviluppo della vicenda fino ai giorni nostri.  […] Lo sviluppo dei poligoni…

Parlare non vuol dire comunicare

Storie vere, vissute. Non come quelle inventate, non come quella mascalzonata di Benigni in La vita è bella, quando alla fine fa entrare ad Auschwitz un carro armato con la bandiera americana. Quel campo, quel pezzo di Europa lo liberarono i russi, ma… l’Oscar si vince con la bandiera a stelle e strisce, cambiando la…

Quello che si può fare

di Vincenzo Colaprice Ottobre 1951, Calabria, Sicilia e Sardegna: 70 morti; novembre 1951, Polesine: 84 morti; ottobre 1954, Salerno: 318 morti; novembre 1966, Firenze: 34 morti; ottobre 1970, Genova: 44 morti; luglio 1987, Valtellina: 53 morti; novembre 1994, Piemonte: 70 morti; maggio 1998, Sarno: 159 morti; ottobre 2000, Piemonte: 23 morti; ottobre 2009, Messina: 36…