Rifondazione Comunista: la politica onesta e pulita

rifondazione

del Partito della Rifondazione Comunista di Ruvo di Puglia

delle/dei Giovani Comuniste/i di Ruvo di Puglia

Mentre tutti i partiti si affannano alla ricerca di candidate e candidati, Rifondazione Comunista può annunciare di aver già chiuso la procedura burocratica per la presentazione della lista dei candidati consiglieri già a fine marzo. Un lavoro straordinario e certosino, ma soprattutto svolto in grande anticipo, cosa che riprova il radicamento di Rifondazione e la straordinaria capacità di mobilitazione sul territorio ruvese.

L’impegno di Rifondazione Comunista in questa campagna elettorale si muoverà su tre versanti:

  • prima di tutto ripartire dall’ottimo lavoro fatto in consiglio comunale da Felice Di Modugno, un lavoro che ha spesso portato in consiglio comunale la voce di chi soffre la crisi e le difficoltà quotidiane più di ogni altro, che ha portato in consiglio comunale una politica pulita e onesta, libera da ogni interesse personale, un lavoro che ha sempre punzecchiato il monocolore PD che guida questa città;
  • il secondo versante è l’appoggio alla coalizione di sinistra che si è raccolta attorno alla candidatura di Pasquale Raffaele, a cui noi rinnoviamo tutto il nostro sostegno e la nostra stima. Ruvo ha bisogno di discontinuità, di essere liberata da chi siede tra gli scanni del consiglio comunale da decenni e fa esclusivamente i propri interessi e Pasquale è l’uomo giusto per farlo;
  • il terzo versante è la connotazione della nostra lista, una lista giovanissima che porta volti nuovi e freschezza nella politica ruvese, probabilmente la lista con la media d’età più bassa: un giusto mix tra candidati con esperienza nella vita politica cittadina e giovani che hanno deciso di mettere a frutto tre anni di duro lavoro nel territorio ruvese.

Militanza ed esperienza abbinati ad un lavoro straordinario di cinque anni in consiglio comunale. Rifondazione Comunista è stata una voce sempre critica e spesso scomoda per tutti, una voce libera al servizio della cittadinanza, un’operato che non conosce padrini o indirizzi politici venuti da Bari o Roma, ma soltanto l’interesse per la città. Una voce onesta e pulita, questo è stato Rifondazione Comunista a Ruvo negli ultimi cinque anni e vuole continuare ad esserlo.

Soprattutto Rifondazione Comunista riparte dalla propria identità. La presenza comunista a Ruvo vanta quasi un secolo di storia e una presenza ininterrotta in consiglio comunale, una presenza che affonda le sue radici nella tradizione comunista ruvese e nella storia di grandi uomini come Gramegna, Gadaleta, Mastrorilli e tanti altri.

Siamo sinonimo di buona politica, siamo sinonimo di coerenza e impegno nelle lotte. Un impegno portato avanti a livello nazionale anche con SEL, presente nella nostra coalizione. La sinistra ruvese si è unita assieme a liste civiche e cittadine e cittadini attorno alla figura di Pasquale Raffaele perché vuole rivoluzionare questa città, attraverso le cose semplici e fattibili, senza proporre e promettere misure e strategie che verranno inevitabilmente gettate nel cestino dopo il 5 giugno. Siamo uniti anche per cacciare il gattopardo ruvese, quello che cambia simboli, nomi e forme da destra a sinistra e viceversa, ma è sempre lì, da decenni nella stanza dei bottoni. Siamo pronti, per cambiare questa città, con le nostre idee e la nostra determinazione, siamo pronti per un rivoluzionario cambiamento. A breve lo sarà anche la città, restate sintonizzati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*