Lutto nazionale

 

dei Giovani Comunisti/e di Ruvo di Puglia

Sono morti in 100 e 200 sono ancora i dispersi. Uomini, donne e molti bambini hanno visto in un attimo stroncate le loro speranze, la loro vita. Persone annegate senza che di esse si conosca neanche il nome. Saranno dimenticati come i 20.000 fratelli migranti che riposano nel mediterraneo negli ultimi 10 anni.

Io non credo nei confini, nelle barriere, nelle bandiere. Credo che apparteniamo tutti, indipendentemente dalle latitudini e dalle longitudini, alla stessa famiglia, che è la famiglia umana.

Vittorio Arrigoni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*